desmond penny lost

Episodio interamente dedicato a Desmond, occupato principalmente dal suo flashback, e da cosa gli ? accaduto quando ha girato la chiave fail-safe della botola, con molte belle domande sulla percezione che la mente ha del tempo, e sulla situazione spazio-temporale dell’isola. Questioni gi? accennate in “Not in Portland”, con il libro studiato da Aldo (“A Brief History of Time” di Stephen Hawkings), e qui approfondite e portate ad un livello superiore.

Mentre Hurley e Charlie chiedono allo scozzese risposte chiare su cosa gli sia accadendo, e su come faccia a “vedere il futuro”, scopriamo che nulla ? chiaro nella mente di Desmond, che ha sempre vissuto in uno strano deja-vu: nel suo passato ha infatti incontrato Charlie, sentito “Make your own kind of music” e il suono del computer della hatch, e perch? no, saputo che il suo destino era di premere un bottone su un’isola dispersa per salvare il mondo. E ora, confessa alla fine a Charlie, non pu? continuare a salvarlo dal suo destino, che ? morire.

Ma cosa sar? successo a Desmond (o Desmondo, come simpaticamente lo chiama Hurley)? Ha avuto un flashback, un sogno, ha viaggiato nel tempo, o sta vivendo passato, presente, e futuro nello stesso momento? Ha forse scoperto che il tempo ? un cerchio che si ripete, e lui ha gi? vissuto diverse volte le stesse situazioni? ..I’ll see you in another life, brother!

Nell’episodio, oltre ad un’enigmatica frase di Locke che dice che ? stata l’isola che ha ucciso Mr.Eko, ci sono anche un po’ di easter eggs, come le pubblicit? Oceanic e Apollo nella partita di calcio, il secondo nome di Charlie, l’orso polare e namaste al contrario del quadro dell’ufficio del padre di Penelope, e l’immancabile presenza dei numeri di lost, 108.

No tags for this post.