L?episodio 12 di Lost, dedicato a Charlie, per molti è stato ?di passaggio? e, apparentemente, con poche sorprese.

Forse è una preparazione a qualcosa che succederà, forse aver capito il difficile rapporto di Charlie con la sua famiglia, la cui mancanza lo ha portato alla droga, servirà per capire altri misteri. In molti hanno letto nella necessità sentita da Charlie di dover salvare il piccolo Aaron, figlio di Claire, non tanto la necessità di un battesimo, ma di allontanarlo da un pericolo reale, fose rappresentato da Locke.

Qualche domanda nuova per gli apettatori arriva invece da un dialogo tra Hurley e Libby. Tra i due sembra esserci qualcosa, come ironizza Sawyer, e mentre sono nella hatch a fare il bucato, sorgono due piccole – ma forse non tanto piccole – questioni: prima di tutto, le lavatrici. In effetti molti avevano notato le stranezze del bunker sotterraneo, con un computer ?giurassico?, musica dei mamas and papas, ma con un aspetto moderno; ora anche Libby nota che le lavatrici sono moderne. Perchè saranno lì?

La seconda questione è: Libby e Hurley si conoscevano prima del disastro aereo? Hurley le dice di ricordarsi di lei, ma lei gli dice che le ha semplicemente pestato il piede sull?aereo.Il semplice atto di aver riportato questo dialogo instilla nello spettatore il dubbio che lei lo conoscesse già. Magari, visto che è una psicologa, lo conosceva quando era internato in un manicomio? Dopotutto, Jack aveva conosciuto Desmond a Los Angeles e ora lo ha ritrovato sigillato in un bunker nella stessa isola misteriosa..

Da segnalare due easter eggs, ovvero due chicche nascoste, per i veri appassionati: la prima riguarda il podcast ufficiale, in cui gli autori avevano detto di stare attenti ad un edificio di Londra, e in effetti nel flashback compare la Battersea Power Station, presente sulla cover di un disco dei Pink Floyd; la seconda, invece, vede l?aereo dei nigeriani che si schianta durante la visione di Charlie.

No tags for this post.