Grazie alla segnalazione di Vin, scopriamo su Televisioni Mediacenter del Corriere un’interessante analisi di Lost da parte del critico televisivo più importante, Aldo Grasso, che in un video da non perdere, analizza la serie di Abrams, che in Italia è appena ripartita su Fox con la seconda stagione. Lost è interessante e piace, anche ai critici: prima di tutto, la sua serialità propone un’opera in crescita, ben strutturata e in continua evoluzione. I flashback, colonne portanti di Lost, sono scritti molto bene, servono ad approfondire i personaggi, e a vedere gli eventi sotto diversi punti di vista.

Infine la sua storia coinvolge tutti: il naufragare è una sensazione comune a tutti, come comuni sono le domande che sono poste, a partire da quelle essenziali sulla sopravvivenza, fino ad arrivare alle ultime, quelle del mistero, dell’ottimismo o del pessimismo, della scienza o della fede.

No tags for this post.