Mentre nell’ultima puntata Sayid sembra essere l’unico ad aver capito che Michael nasconde qualcosa di poco chiaro, e che i suoi intenti sono diversi da quelli che dichiara, Harold Perrineau commenta le ultime azioni del suo personaggio, che sta rapidamente diventando uno dei meno amati dai fans.

Sicuramente l’aver ucciso Ana Lucia e Libby ha lasciato a bocca aperta tutti, e sono in molti a sperare che Sayid prenda le redini della situazione (visto che Jack e tutti gli altri sembrano credergli). In realtà il personaggio di Michael e le sue azioni, spiega Perrineau, sono davvero complicati, come possono esserlo nella vita reale. Michael è solo un uomo, non un truffatore, un assassino o un ex drogato, e sta cercando di trasformarsi, ma i suoi tentativi lo spingono in diverse direzioni, portandolo ad essere qualcun altro.

Carlton Cuse, produttore della serie, aggiunge che il personaggio è evoluto tantissimo, suo figlio è passato da essere un peso per lui, all’essere la cosa più importante della sua vita, per cui fare sacrifici personali tremendi.

Via | Washington Post

No tags for this post.