Tra le infinite teorie su Lost, che lasciano allo spettatore tante interpretazioni possibili, nella seconda stagione una certezza è comunque arrivata: l’isola è alla base degli esperimenti della Dharma Initiative. E Dharma è il termine che si usa per indicare gli insegnamenti del Buddha.

Dean Sluyter, nel numero di marzo di Tricycle, pubblicazione di argomento buddista, si chiede se davvero Lost parli di buddismo o sia soltanto un modo per ingannare gli spettatori. Effettivamente l’altra Dharma famosa sugli schermi TV è quella che vive con Greg, che poco ha a che fare con la meditazione e la religione, ma in Lost ci sono molti riferimenti al buddismo, come il numero 108, o la “rinascita” di Locke alla vita normale in cui non solo può camminare, ma anche guidare gli altri.

Fonti interne alla ABC negano che i produttori esecutivi Carlton Cuse e Damon Lindelof siano buddisti. Ma tanti sono i temi che coincidono, dai fondamenti della meditazione che fa “perdere” le proprie realtà fisiche, alla redenzione dei propri peccati passati attraverso il presente.

Via | Metromix

No tags for this post.